Blog - Distretto di Fermo e Macertata

Swipe to the left
DISTRETTI D'ITALIA: FERMO E MACERATA
29 gennaio 2018

Dopo avervi accompagnato sulle rive del fiume Brenta alla scoperta del distretto della Rivera vi portiamo nelle Marche e più precisamente nel distretto di Fermo, noto anche come distretto Fermano Maceratese.

Distretto calzaturiero marchigiano: un saper antico

Le orgini di questa realtà produttiva si collocano nel XV secolo quando le calzature venivano prodotte per essere distribuite presso i mercati cittadini. Già a quel tempo le associazioni di mestiere infatti avevano lasciato testimonianza della loro presenza e della loro florida attività. 
In maniera più organizzata e complessa questo distretto si forma però nei primi decenni dell'Ottocento. L'area fermana si caratterizza per il confezionamento delle pianelle in stoffa o pelle che furono in breve tempo così apprezzate da essere richieste non solo nel territorio fermano ma anche nello Stato Pontificio e nel più distante Regno di Napoli.
Tuttavia nonostante la secolare tradizione calzaturiera il distretto ha tardato a esprimere la sua reale potenzialità fino agli anni '60/70 con una produzione di grande valore a prezzi estremamente competitivi.

Anni '60: il boom e l'affermazione del distretto

Gli anni del dopoguerra hanno risvegliato il tessuto imprenditoriale di tutta l'Italia e la crescente di domanda ha spinto moltissime aziende del fermano a collaborare tra loro per risultare competitive e proporsi sul mercato con un posizionamento molto particolare: qualità ad un prezzo sostenibile per un ampia fascia di mercato, riuscendo a coniugare l'esigenza di qualità e stile ad una possibilità di spesa crescente ma comunque contingentata. 

Il distretto calzaturiero di Fermo: qualità e marchi di prestigio

Il distretto del fermano maceratese si distingue oggi la presenza di alcuni tra i marchi del Made in Italy più conosciuti al mondo e per uno slancio creativo che ha spinto il design in direzioni diverse dal "classico" senza perdere però il gusto per il bello.
Tra i marchi più noti possiamo citare:

  • Alberto Guardiani;
  • Tod's;
  • Hogan;
  • Roberto Botticelli;
  • Paciotti; 
  • Fornarina;
  • Santoni; 

Scorrendo i nomi di questi brand vi sarete accordi delle loro differenze: dalla scarpe più classiche e senza tempo calzatura più raffinata ed elegante a quella più casual, senza mai perdere il gusto per il "bello".

Il distretto di Fermo ha saputo in pochi anni capitalizzare attraverso i grandi brand il suo sapere artigianale e la capacità di capire e soddisfare le richieste del mercato di prodotti di qualità pur soffrendo in parte negli ultimi decenni una contrazione nella produzione dei calzaturifici che non avevano scelto la moda con riferimento. Le paia di scarpe prodotte rispetto agli anni '60 si è Scarpe con i gommini Tod's: un'iconaridotta ma ne hanno giovato la qualità e il prestigio, tanto da essere dei veri e propri riferimenti di qualità in tutto il mondo.

Nel giro di pochissimi anni la struttura produttiva ha iniziato ad assumere le caratteristiche vere e proprie del distretto con un'elevata specializzazione nella produzione di tutte le componenti della calzatura: tacchi, tomaie, guardoli, lacci e tutto l'occorrente al confezionamento di una calzatura. Il distretto fermano è uno dei più importanti in Italia ancora oggi e si distingue rispetto ad altri per la capacità di produrre calzature di segmenti medio alti per tutte le categorie di consumatori (donna, uomo, bambino). Nel distretto una grandissima importanza è quella dei tacchi: nel fermano maceratese vi è la più alta concentrazione di produzione di questo componenete.

newsletter Diventa Rivenditore Sconti e Promozioni
©2017 Collini Atomi di Scarpa S.r.l.