Blog - DISTRETTI D'ITALIA

Swipe to the left
DISTRETTI D'ITALIA
30 novembre 2017

Collini Atomi di Scarpa forniture per calzaturificiIl made in Italy nel settore della moda è un vero e proprio passpartout in tutto il mondo, un sinonimo di qualità, stile e ricercatezza. Siamo riconosciuti come dei veri e propri talenti internazionali nell'ideazione e nella realizzazione di abiti, calzature e accessori grazie alla tradizione e alla conoscenza dei materiali migliori. E molte delle produzioni più ricercate provengono proprio dai distretti, che hanno un valore economico e culturale di grande importanza.

Collini Atomi di Scarpa vi porta alla scoperta dei distretti calzaturieri d'Italia. Veri e propri luoghi del sapere, della conoscenza e della professionalità che da secoli concentrano in aree circoscritte produzioni destinate a tutto il mondo. Le eccellenze nel mondo manifatturiero italiano sono moltissime e avere una panoramica sulle aree eccellenti potrà rivelarsi una sorpresa o una piacevole conferma per gli addetti ai lavori.

IL DISTRETTO DELLA RIVIERA

Campanilismo o buona conoscenza del territorio, nella nostra narrazione è un vero e proprio obbligo morale partire dal distretto calzaturiero della Riviera del Brenta, dove Collini Atomi di Scarpa ha la sua sede storica e dove in più di 70 anni di storia ha visto crescere delle vere e proprie eccellenze calzaturiere.

CALZATURIFICI IN RIVIERA DEL BRENTA: UNA STORIA CHE INIZIA DA LONTANO

il-logo-dei-calegheri-veneziani-distretto-della-riviera

Il distretto della Riviera del Brenta ha origini antiche: nel lontanissimo 1268 d.C. fu costituita a Venezia la prima associazione di calzaturieri, la “Confraternita dei Calegheri”, il cui sigillo è tutt’oggi il marchio dei Maestri Calzaturieri della Riviera del Brenta. Questa “arte” si trasferì in Riviera grazie agli artigiani al seguito del nobili veneziani in villeggiatura e gli allora Calegheri svilupparono in quest'area fiorenti laboratori dove sviluppare calzature per i signori di Venezia e i mercanti che si recavano in questa città, all'epoca vero e proprio crocevia d'Europa. Oggi l'area produttiva della Riviera si sviluppa seguendo la conformazione del fiume Brenta, dalla prima periferia di Venezia fino a oltre l'abitato di Stra, lambendo quasi la città di Padova. L'area ospita calzaturifici, produttori di articoli e componenti per la scarpa come stringhe, lacci, suole, tacchi creando una rete produttiva di primo ordine, studiata e conosciuta non solo in Italia. 

IL BOOM ECONOMICO: PER OGNI CASA UN ARTIGIANO

Il periodo coincidente con il boom economico italiano ha visto fiorire moltissimi calzaturifici nella Riviera, forti di esperienze familiari, imprenditorialità e una crescente richiesta di prodotti di moda e di qualità in tutto il mondo. Senza esagerare possiamo dire che le scarpe "Made in Riviera" abbiano fatto il giro del mondo e accompagnato moltissime donne e uomini nelle loro passeggiate, dalle strade di paese fino alle grandi avenue statunitensi o ai boulevard francesi. Negli anni '70 l'occupazione nella produzione calzaturiera era a livelli altissimi, tanto da poter dire che a fianco di ogni casa era facile trovare un laboratorio artigiano. Chiedendo agli abitanti dei paesi della Riviera è raro trovare chi in famiglia non ha un artigiano o un lavoratore dell'indotto calzaturiero: la produzione di scarpe è stato un elemento caratterizzante di quest'area geografica, raccontato con orgoglio e passione da parte di chi sa di aver fatto camminare le proprie creazioni lungo le strade di tutto il mondo. Sicuramente oggi la produzione di scarpe in quest'area ha subito un rallentamento dovuto ai nuovi equilibri mondiali, ma la qualità continua ad essere la caratteristiche irrinunciabile delle produzioni del distretto. (foto anni 60)

LA RIVIERA, I GRANDI BRAND.... 

Louis-Vuitton-fiesso-d-articoLe grandi griffe hanno sempre guardato con interesse alla Rivera del Brenta e alle produzioni dei suoi artigiani, contraddistinti dalla professionalità e dalla capacità di lavorare in maniera integrata, fornendo risultati perfetti e con grande laboriosità in tempi record. Riempie d'orgoglio che alcune importantissime griffe siano venute proprio in Riviera a disegnare le loro scarpe e avendo colto la capacità e la professionalità diffusa in tutta l'area abbiano deciso di "fermarsi" sulle rive del Brenta, chi affidando la produzione della gamma più elevata, chi accasandosi e creando delle sedi permanenti. Alcuni esempi? Louis Vuitton, che nella località di Fiesso ha costruito una sede/capolavoro inserendosi in un tessuto produttivo di grande eccellenza, ma anche Christian Dior ha "preso residenza" in Riviera, garantendosi, qualità, servizio e la collaborazione di professionisti "top". 

E I GRANDI BRAND DELLA RIVIERA 

René-Caovilla-Riviera-del-Brenta

Molti sono anche i brand "made in Riviera", apprezzatissimi in tutto il mondo. Si tratta di aziende che hanno sapientemente unito l'arte calzaturiera alla capacità di capire e anticipare la moda, diventando così in prima persona delle realtà riconosciute al grande pubblico. René Caovilla, Ballin, Henderson, Voltan sono solo alcuni dei nomi più conosciuti: oltre ad essere veri e propri maestri artigiani si possono definire artisti, senza alcuna esagerazione. I brand della Rivera si sono fatti apprezzare arrivando ad essere scelti dalle grandi star del cinema e da personaggi pubblici per la loro capacità di sapere leggere i trend ma al tempo stesso di disegnare modelli senza tempo.

STUDIO E FORMAZIONE

Essere distretto significa unire le capacità manifatturiere sul territorio e agire sinergicamente, sapendo valorizzare gli asset di diverse aziende fino a fare squadra senza per questo perdere la propria indipendenza e vocazione. Consci del valore del sapere sul territorio e dell'importanza di mantenere il know-how nel distretto artigiani e imprese ogni anno creano eventi, mostre e occasioni per attrarre nuove produzioni e far conoscere il brand "Riviera del Brenta", sapendo incuriosire e mantenere l'attenzione su una storia che da secoli continua a far parlare di sé. Ma in un'ottica più ampia sono stati creati musei (come il bellissimo museo della calzatura di Stra, nell'incantevole cornice di Villa Foscarini Rossi) e il centro di formazione Politecnico Calzaturiero che ogni anno forma designer, stilisti e tecnici esperti e competenti, riuscendo ad attrarre giovani della zona ma anche appassionati provenienti da altre zone, che sono però affascinati dalla Riviera del Brenta. 

newsletter Diventa Rivenditore Sconti e Promozioni
©2017 Collini Atomi di Scarpa S.r.l.