19° Premio "Scarpetta d'Oro" : intervista a Maria Mariano

Martedì 10 Marzo alle ore 10,30 presso l’Auditorium S. Salvatore a Martellago (Ve) è stata ripresentata la 19° mostra del Premio Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia “Scarpetta d’Oro”.

Durante la mostra sono esposte alcune delle illustrazioni di Maria Mariano, 3° classificata alla 19° edizione del premio, con la quale abbiamo avuto il piacere di parlare, e che ci ha raccontato la sua esperienza.

-Maria, da dove nasce il suo amore per l’illustrazione?

Sin da piccola ho sempre amato disegnare, proprio come tutti i bambini. Con il passare del tempo, diventando adulta, mi sono fermata a fare altre cose, ma quella passione è rimasta nel cassetto: compravo libri illustrati per l’infanzia e da lì prendevo spunti e idee. Anche il design è un ambito che mi affascina, ma diversamente dall’illustrazione non mi permette la stessa libertà espressiva.

- Perché ha scelto di partecipare al concorso La scarpetta d’oro?

In generale i concorsi mi stimolano e mi permettono di approfondire dal punto di vista creativo argomenti che difficilmente svilupperei. Era parecchio tempo che volevo partecipare alla Scarpetta d’Oro, in primis per il prestigio di questa iniziativa, che ha dato grande visibilità e notorietà ai molti artisti premiati.

- La sua illustrazione si è giudicata il 3° posto, ci può spiegare cosa rappresenta?

Per questa diciannovesima edizione il tema, “I nuovi percorsi digitali”, era piuttosto complesso. Ho ragionato mettendo la scarpa al centro, come protagonista, ma allo stesso tempo ho voluto valorizzare il territorio della Riviera del Brenta. Mi sono documentata sulla storia del distretto calzaturiero e su come si progetta una calzatura. E’ nato così il coniglio designer, un personaggio che vuole progettare una scarpa ma che è inevitabilmente influenzato nel mondo dei social media e dal territorio che lo circonda. In questo modo il coniglietto nel suo studio, lavorando, può controllare il mondo e trarne spunto.

- Esiste in questo caso una simbologia legata alla scarpa in quest’opera?

Non credo vi sia una vera e propria simbologia nelle mie opere. Il mio intento primario è quello di trasmettere messaggi ed emozioni positive, in qualsiasi ambito: il coniglietto designer vuole essere un personaggio che racconta il mondo di chi produce scarpe, usando il linguaggio - e quindi le immagini - del mondo dei più piccoli.

Le illustrazioni di Maria Mariano Le illustrazioni di Maria Mariano

- Che opere ha deciso di esporre in occasione della mostra a Martellago?

Ho inviato una decina di illustrazioni che ho realizzato negli ultimi mesi, sono principalmente esperimenti che ho voluto fare per migliorare e provare nuove tecniche, tra queste, l’uso dell’acrilico che mi permette di entrare più nel dettaglio e di realizzare sfumature più definite.

- Sembra esserci un filo che lega le sue illustrazione e i mondo dell’infanzia, è corretto?

Sì. Sono sempre stata affascinata dai libri per bambini e dal mondo dell’infanzia. L’illustrazione in questo ambito permette di creare mondi e personaggi, attingere e ricreare il mondo delle favole. E’ un continuo rimando all’immaginazione, che mi permette di sviluppare personaggi ed immagini che ispirano sentimenti positivi esattamente come avviene nel mondo dei più piccoli.

1° PREMIO DI ILLUSTRAZIONE DEL CONCORSO “LA CASA DELLA FANTASIA”, FONDAZIONE ACHILLE MARAZZA DI BORGOMANERO (NO) 1° PREMIO DI ILLUSTRAZIONE DEL CONCORSO “LA CASA DELLA FANTASIA”, FONDAZIONE ACHILLE MARAZZA DI BORGOMANERO (NO)

- Lei ha origini sudamericane, eppure ha scelto di vivere in Italia, a Venezia. Perché proprio qui?

Ho conseguito la laurea in Brasile, ma ho deciso di continuare il mio percorso formativo all’estero. Ho scelto l’Italia perché è uno tra i Paesi al mondo più importanti nell’ambito del design. Da Porto Alegre mi sono trasferita a Venezia, dove ho conseguito la specialistica in comunicazione visiva allo IUAV e successivamente il dottorato in Scienze del Design. Ho scelto di vivere a Venezia e qui vorrei rimanere, per continuare la mia professione di illustratrice.

- Cosa c’è del Brasile, delle sue origini, nelle sue opere?

Nelle mie illustrazioni, credo si possa ritrovare il Brasile nell’uso e nella scelta dei colori che ricordano molto la mia cultura. Per il resto cerco di seguire il mio istinto e la mia creatività, studiando nuove tecniche e mettendo sempre in discussione il mio lavoro per migliorarlo.

- Cosa ha significato per lei partecipare al concorso Scarpetta d’oro?

Per me è stata un’esperienza bellissima, che mi ha permesso di conoscere e documentarmi sul mondo calzaturiero e di conoscere e scoprire il territorio della Riviera del Brenta, un posto incantevole, ricco di storia e tradizioni.

Martedì 10 marzo sarò presente a Martellago per l’inaugurazione della mostra, dove saranno esposte anche alcune mie opere fuori concorso. Sono onorata di essere stata ricontattata: per chi come me lavora nell’ambito della creatività è una grande soddisfazione pensare che quello che facciamo trasmetta messaggi positivi e che possano essere compresi da un pubblico più vasto.

Maria Mariano – 3o premio Illustrazione di Maria Mariano che si è aggiudicata il terzo posto alla 19esima edizione di “Scarpetta d’oro- Premio internazionale di illustrazione per l’infanzia”

La collettiva, che quest’anno ha avuto come titolo “I nuovi percorsi digitali”, è realizzata da Acrib (Associazioni Calzaturifici Riviera del Brenta) in collaborazione con il Centro Diurno Stella Polare, che da anni, nel territorio della Riviera del Brenta, si occupa di persone disabili con lo scopo anche di sviluppare e favorire la capacità manuali.

Lascia un Commento
© 2000-2013 Collini Atomi di Scarpa S.r.l. P.IVA e CF 00167920289
Capitale Sociale € 51.480 i.v., R.E.A. n.117648 del Registro delle Imprese di Padova