Alberto Masenadore racconta le scarpe chilometro zero

Parte con questo post la nostra rubrica Radio Scarpa: per la prima intervista abbiamo incontrato Alberto Peron Masenadore, classe 1975, a capo dello storico Calzaturifico Peron di Camponogara, in provincia di Venezia.

Calzaturificio Peron Calzaturificio Peron

Il Calzaturificio Peron, aperto nel 1969, vanta 45 anni di storia. Le calzature che escono da questa azienda veneta percorrono le più prestigiose passerelle di Milano e Parigi e sono distribuite nei migliori negozi in Italia e nel mondo: Neiman Marcus e Saks Fifth Avenue negli Stati Uniti, Harvey Nichols a Londra, Maria Luisa a Parigi, 10 Corso Como a Milano, Luisa Via Roma a Firenze, solo per citarne alcuni.

Alberto Masenadore Alberto Masenadore manager del Calzaturificio Peron

Alberto, con la passione e l’entusiasmo di chi ama il proprio mestiere, ci ha aperto le porte della sua azienda, dandoci l’opportunità di toccare con mano e vedere come nasce “una scarpa a kilometro zero”, usando le parole del giovane imprenditore.

Buongiorno Alberto, partiamo subito con una domanda difficile! Quali sono i punti di forza del vostro calzaturificio?

Sicuramente la qualità fa la differenza, così come la velocità. In questo noi cerchiamo di dare il meglio, e i risultati ci stanno premiando. Altro punto di forza della nostra azienda è quella di produrre solo scarpe di alta gamma, le prime linee, come quelle di Micheal Kors o Rick Owens. Grazie alla scelta di materiali e al supporto dei nostri fornitori riusciamo a garantire ai clienti un’altissima qualità delle calzature anche per quantitativi relativamente bassi.

Calzaturificio Peron Calzaturificio Peron

-  Come nasce una scarpa a kilometro zero?

Alla Peron la scarpa nasce dalla carta e ed esce con la scatola e il numero di serie che ne certifica la qualità del Made In Italy. 

Processo di Lavorazione della Scarpa in Peron Processo di Lavorazione della Scarpa in Peron

Tutto il processo viene realizzato in azienda e in tempi molto brevi: dal cartamodello fino alla realizzazione del prototipo passando poi alla fase di realizzazione vera e propria, tutto in meno di 40 giorni. Scegliamo fornitori della Riviera, tutti nel raggio di massimo 5 kilometri dalla nostra fabbrica, perché qui sappiamo che possiamo trovare tutti i componenti necessari per fabbricare la scarpa (che sono all’incirca 36 parti) in tempi rapidi e in quantità che a noi interessano.

Fase di lavorazione della scarpa in Perona Fase di lavorazione della scarpa in Peron

Nella nostra azienda realizziamo circa 200 paia di scarpe al giorno - dallo stivale al mocassino, fino allo stiletto - tutte attentamente controllate prima di essere spedite nella loro confezione, compresa di sacchetto e talloncino, anche questi rigorosamente confezionati nel distretto.

 -  La velocità nella realizzazione dei campioni e delle piccole produzioni è uno dei punti di forza del distretto calzaturiero del Brenta, ma ciò significa che dovete reperire praticamente in tempo reale i materiali per la produzione. Basandoci su questa considerazione, che ruolo ha Collini per il distretto?

Collini Fornitore di Peron Collini Fornitore di Peron

Qui in zona diciamo sempre “Vai da Collini che trovi tutto”. Per noi Collini è un collante importantissimo per il distretto e tutta la filiera, una spalla su cui fare affidamento.

Collini Atomi di Scarpa riesce a garantirci ogni più piccolo pezzo in tempi brevissimi sempre con attenzione al dettaglio, alla tecnologia. Se notate in fabbrica abbiamo proprio una cassetta apposta per le loro consegne che da noi avvengono quasi quotidianamente. 

Collini Atomi di Scarpa fornitore per Calzaturificio Peron Collini Atomi di Scarpa fornitore per Calzaturificio Peron

-     In questo momento il distretto calzaturiero della Riviera del Brenta è importantissimo per il Made in Italy, come tu stesso sottolinei nella tua intervista a Report. Qual è secondo te il prossimo passo da fare, non solo per la tua azienda, ma per tutto l’indotto della Riviera?

Il distretto della Riviera è da sempre un punto strategico e importante non solo per l’economia industriale del Veneto, ma per l’Italia in generale: penso che la Riviera del Brenta con il suo sapere e il suo know-how sia la vera espressione della forza del Made In Italy. 

Fase di Produzione della Scapra in Peron Fase di Produzione della Scapra in Peron

I brand del lusso, soprattutto le grandi case di moda all’estero, cercano qui la qualità e la nostra esperienza e per questo sono disposti ad investire molto affinchè tutto il processo di produzione avvenga in Italia e con materiali italiani.

Tutto ciò andrebbe tutelato e incentivato per fare in modo che il nostro sapere venga trasmesso sia come concetto di qualità che come tradizione: l’A.C.RI.B., Associazione Calzaturifici Riviera del Brenta si sta muovendo e da poco è stato siglato l’accordo che sancisce la nascita il marchio Made in Venezia – Made in Riviera del Brenta.  Ma questo è solo un piccolo passo verso una garanzia di eccellenza: credo che i giovani debbano sfruttare questo enorme patrimonio, frequentando scuole di alta specializzazione che consentano un rapido inserimento nelle aziende della filiera.

- Quali pensi siano le maggiori criticità del mercato attuale?

Facciamo fatica a trovare personale qualificato, con un po’ di esperienza. Amo definirci come una fabbrica di artigiani, qui le persone fanno manualmente la scarpa a volte, ovviamente, con l’ausilio di macchine specializzate.

Peron Calzaturificio

C’è sempre un artigiano dietro ad ogni processo di produzione: è lui che imposta la macchina, controlla ogni singola scarpa ed esegue il processo con meticolosa attenzione. Grazie al sapere e all’alta manualità dei nostri operai/artigiani riusciamo a garantire una qualità altissima.

-  Quanto conta questa sapienza artigianale nelle scarpe realizzate con il nuovo marchio Rosegapai?

Rosegapai

Rosegapai per me è una sfida. ROSEGAPAI è una scarpa dal design innovativo unito a un’antica tecnica di lavorazione: il “mocassino tubolare originale” senza cuciture esterne. La speciale lavorazione e i materiali utilizzati rendono la scarpa estremamente morbida e leggera; una volta indossata di adatta al piede come un guanto.

Abbiamo voluto racchiudere in unico prodotto qualcosa di davvero unico: lo stile e la scelta dei materiali, in vera pelle, abbinati alla praticità e al comfort. I nostri mocassini possono piegarsi o addirittura avvolgersi senza perdere la loro forma e comodità. Per la collezione Primavera ed Estate 2015 abbiamo puntato sui colori accesi e sulle tonalità forti per dare grinta ed energia al nuovo brand. Il nome richiama subito la nostra zona: i rosegapai in dialetto veneto sono dei piccoli granchi (i gransi) tipici della Laguna di Venezia.

Rosegapai Spring Summer 2015

-       Ultima domanda, anche questa tutt’altro che facile: quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Crescere in termini di volume di produzione, far sviluppare il nostro nuovo brand Rosegapai e continuare a tenere alto il valore del Distretto della Riviera grazie alla qualità che ogni giorno riusciamo a garantire, trasmettendo entusiasmo e passione alle nuove generazioni.

Alberto Masenadore con Renzo Rosso

Ringraziamo Alberto, e tutte le persone che lavorano al Calzaturificio Peron per il tempo che hanno voluto dedicarci e soprattutto per la passione che ci hanno trasmesso in poche ore!

3 pensieri su “Alberto Masenadore racconta le scarpe chilometro zero”

  • alessia fattoretto
    alessia fattoretto 29 maggio 2014 alle 10:53

    Entusiasmante....complimenti

    Replica
  • BENEDETTO BACARELLA
    BENEDETTO BACARELLA 1 ottobre 2014 alle 19:08

    COMPLIMENTI SAREI INTERESSATA HAI MOCASSINI ROSEGAPAI HO UN NEGOZIO DI SCARPE IN CORSO DEI MILLE 274 CAP 90047 PARTINICO PROV. PALERMO IL MIO NUM.TEL 0918783627

    Replica
    • Ufficio Stampa
      Ufficio Stampa 1 ottobre 2014 alle 19:48

      Gentilissimi,
      non mancheremo di far arrivare i complimenti al Calzaturificio Peron e ad Alberto Masenadore.

      Informeremo anche il reparto Marketing Rosegapai del vostro interesse al loro mocassino.

      Grazie per averci letto! :)
      Collini Atomi di Scarpa

      Replica
Lascia un Commento
© 2000-2013 Collini Atomi di Scarpa S.r.l. P.IVA e CF 00167920289
Capitale Sociale € 51.480 i.v., R.E.A. n.117648 del Registro delle Imprese di Padova